[rev_slider home ]

Highlight

Seminars @  IAPS:

08 April 2016 – Kazi  Rygl (IRA – INAF) “ALMA Cycle 4 Capabilities” 

Congresses @ IAPS:
XIII Congresso di Scienze Planetarie

21-26 February 2016, Bormio 

Next EPO activity:

European Researchers Night: 26-30 September 2016. 

Info

About Us Where We Are Contacts Workshops Congresses Events Join Us Webmail FTP Area Restricted Area

IAPS is situated in the area of the city of Rome and belongs to the italian INAF (National Institute for Astrophysics)

IAPS News

  • Juno at Jupiter

    Juno at Jupiter

    On the 4th of July 2016, the NASA mission Juno will enter Jupiter’s orbit. Onboard, the italian instrument  Jiram. NASA will webcast an …Read More »
  • IAPS @ WIRE16

    IAPS @ WIRE16

    Va ad Andrea Longobardo, Ernesto Palomba e Fabrizio Dirri dell’IAPS, uno dei tre riconoscimenti del concorso WIRE16 dedicato a idee tecnologiche …Read More »
  • (Italiano) Occhi su Giove

    (Italiano) Occhi su Giove

    Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in …Read More »
  • Living in space

    Living in space

    Dal 2 al 6 maggio, l’IAPS partecipa in collaborazione con BNL al festival della Cultura Creativa organizzato da ABI. Nella …Read More »
  • Hi-GAL results

    Hi-GAL results

    The results of the scientific project Hi-GAL have been published. The data has been acquired with ESA’s Herschel space telescope. …Read More »
Old News

MEDIAINAF News

RSS MEDIA INAF

  • Il lato X delle radio galassie
    Due ricercatrici INAF, Loredana Bassani dello IASF di Bologna e Francesca Panessa dello IAPS di Roma, hanno guidato altrettanti studi di radio galassie viste con gli “occhi” per raggi X dei telescopi spaziali INTEGRAL e Swift. I risultati su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society
    Redazione Media Inaf
  • Atmosfere planetarie? Te le calcolo a mano
    Conoscere le abbondanze delle molecole presenti nelle atmosfere planetarie permette di risalire ai processi fisici, geologici o biologici in corso nel pianeta. Ora all’Università di Berna hanno sviluppato una nuova formula, una singola equazione polinomiale, in grado di ridurre drasticamente i tempi di calcolo: da svariati minuti a millesimi di secondo
    Elisa Nichelli
  • Curiosity su Marte in totale autonomia
    Il tutto è possibile grazie al software AEGIS (Autonomous Exploration for Gathering Increased Science), che permette di elaborare determinate informazioni senza l'apporto umano, migliorando e velocizzando il puntamento del laser dello strumento ChemCam
    Eleonora Ferroni
  • Anche le quasar nel “GPS” di ExoMars
    La campagna d’osservazioni Delta-DOR, indispensabili per inserire senza errori la sonda ESA nell’orbita marziana il prossimo 16 ottobre, è iniziata ieri. A coordinarla è un italiano, Mattia Mercolino
    Redazione Media Inaf