Highlight

Congresses @  IAPS

4-8 February 2019, XIV Congresso Nazionale di Scienze Planetarie, Florence

Contracts @ IAPS 

See the last contracts in Amministrazione Trasparente (in italian) 

Next EPO Activity

15&16 November 2018, IAPS paticipates to LIGHT IN ASTRONOMY: INAF open week

Info

About Us Find us Contacts Workshops Congresses Webmail CED Area Riservata

IAPS is situated in the area of the city of Rome and belongs to the italian INAF (National Institute for Astrophysics)

IAPS News

  • Seminari di Luglio

    Seminari di Luglio

    Giovedì 3 Luglio ore 14.30, IB09 Daniele Durante, Uni La Sapienza, Roma Learning about gas giant interiors from their gravity fields …Read More »
  • Seminari di Giugno

    Seminari di Giugno

    20-06-2019, 11:00: The earliest asteroidal bombardment of the Earth-Moon system, Simone Marchi – Southwest Research Institute, USA 18-06-2019, 14:30: The …Read More »
  • Seminari IAPS di Maggio

    Seminari IAPS di Maggio

    Nel mese di Maggio 2019 si svolgono i seguenti seminari presso INAF-IAPS: 15-05-2019, ore 11:00 – Aula IB09 “The near-Earth …Read More »
  • INAF @Pint Of Science-Roma

    INAF @Pint Of Science-Roma

    INAF partecipa alla quarta edizione italiana di Pint Of Science a Roma che si terrà dal 20 al 22 Maggio …Read More »
  • Seminari di Aprile

    Seminari di Aprile

    Nel mese di Aprile, si svolgono i seguenti seminari presso INAF-IAPS: 03-04-2019, ore 11:00, Aula IB09: “Exoplanets high-contrast high-resolution fast-imaging …Read More »
Old News

EPO activities

MEDIAINAF News

RSS MEDIA INAF

  • Le turbolente nubi del Serpente Cosmico
    Per la prima volta, un team internazionale guidato dall'Università di Ginevra è stato in grado di rilevare nubi molecolari in un progenitore della Via Lattea a circa 8 miliardi di anni luce, grazie a una risoluzione spaziale senza precedenti di 90 anni luce. Queste osservazioni mostrano che le nubi hanno una massa, una densità e […]
  • Ecco cosa ha colpito Giove in agosto
    Un asteroide da una quindicina di metri di diametro e circa 450 tonnellate di peso: questo l’identikit del corpo che ha impattato su Giove lo scorso 7 agosto, provocando il bagliore ripreso da un astrofotografo. Il gigante gassoso ne attira a sé qualche decina all’anno, proteggendo indirettamente la Terra
  • A caccia di dark matter nella foresta Lyman-alfa
    Studiando le interazioni tra la luce e i gas nello spazio intergalattico con supercomputer e telescopi, i ricercatori della Sissa indagano sulla composizione dell’universo