Notte dei Ricercatori


EDIZIONE 2018


Nel 2018, l’INAF-IAPS collabora al progetto ScienzaInsieme, partecipando alla tredicesima edizione della Notte Europea dei Ricercatori con ERN-Apulia, il progetto europeo coordinato dall’Università del Salento, nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska–Curie di Horizon 2020.
Il 28 Settembre 2018, in collaborazione con il CNR dell’Area di Ricerca di Tor Vergata ti aspettiamo in ARTOV dalle 16.00 alle 22.00 con visite guidate ai laboratori, esperimenti, giochi, mostre e tanto altro!

Attività all’interno del Padiglione della scienza :

  • Bepi-Colombo : I ricercatori di Bepi Colombo presenteranno la futura missione al pianeta Mercurio, prossima al lancio e lo strumento per l’analisi delle particelle neutre e ionizzate SERENA, uno dei 4 strumenti italiani a bordo della missione ESA.
  • In Viaggio nel Sistema Solare Verranno presentate alcune delle missioni di esplorazione del Sistema Solare a cui partecipa l’INAF-IAPS. Tra queste, Cassini, con la mostra itinerante “In viaggio con Cassini” che, partendo dalle prime scoperte astronomiche dello scienziato Cassini, ha accompagnato le ultime fasi della vita della sonda Cassini, conclusa il 15 settembre 2017 con un tuffo nell’atmosfera del pianeta. Fa parte della mostra una gigantografia della sonda Cassini in scala 1:1.
  • L’universo dell’Infrarosso Guardiamo il mondo che ci circonda nell’infrarosso per capire insieme come funziona la missione Herschel dell’ESA. Sarà visibile nello stand ViaLactea, il più grande ritratto della nostra Galassia, realizzato dal telescopio spaziale Herschel.
  • AGILE e la storia d’amore tra particelle cosmiche e resti di stelle : Non ci rendiamo conto di quanto l’universo faccia parte della nostra vita ogni giorno. Sembra qualcosa di lontano, lontanissimo, eppure una pioggia di particelle cosmiche ci circonda ogni attimo senza che noi ce ne accorgiamo. AGILE, un piccolo satellite orgoglio tutto italiano, fa parte di quelle missioni che si occupano di capire da dove provengono queste particelle.Ma l’abbiamo capito? E cosa c’entrano i resti delle stelle? E poi… come arriva nello spazio una missione spaziale come AGILE? Stupiamoci insieme!

 

Attività all’esterno del Padiglione della Scienza:

  • La conferenza Bepi-Song, ore 17.30: la ‘Bepi-Song’ è nata dalla comunita’ scientifica della missione BepiColombo, in occasione del suo lancio. Una copia del brano in mp3 partira’ a bordo della missione che raggiungera’ Mercurio. Il brano composto da Stefano Orsini come testo e melodia, è stato arrangiato per orchestra da due maestri: Angelo Coccia direttore del coro dei Filarmonici Romani di Roma e Silvano Buogo direttore del nostro ‘Coriandolo’ di ARTOV. Altre persone hanno collaborato alla realizzazione, in primis Raymond Hoof dell’ESA per gli effetti musicali sintetizzati.
  • La conferenza Bepi-Colombo, ore 19.30: Conferenza (di circa 1 ora)  su Bepi-Colombo, la missione in partenza per Mercurio. A bordo della sonda, i quattro strumenti italiani, ISA, MORE, SERENA e SIMBIO-SYS verranno presentati in una conferenza completa di video, della durata di un’ora, tenuta da Stefano Orsini, PI di SERENA,  analizzatore di particelle neutre e ionizzate. BepiColombo, è dedicata ad un famoso ingegnere di Padova, Giuseppe (Bepi) Colombo (1920-1984). BepiColombo, missione Cornerstone dell’ ESA, in collaborazione con la agenzia giapponese JAXA, partirà  in ottobre con Ariane 5 da Kourou, Guiana Francese. Mercurio sarà raggiunto nel 2026: importanti dati utili a svelare i segreti di questo interessante corpo celeste saranno trasmessi da due satelliti in orbita. Mercurio, pianeta roccioso come Terra, Venere e Marte, il più piccolo e denso, con un debole campo magnetico interno, è soggetto a grandi variazioni termiche, subisce gli eventi estremi della radiazione solare e risente di effetti gravitazionali di relatività generale. La comunità scientifica italiana, coadiuvata dall’ASI, è responsabile di ben 4 degli 11 esperimenti a bordo del satellite europeo MPO. Un livello così alto e qualificato di coinvolgimento italiano in una missione europea è un caso unico nella storia dell’esplorazione spaziale.
  • Space PartyOsserva il cielo con i telescopi dello Space Party, organizzato in collaborazione con Accademia delle Stelle. E se sei un appassionato del cielo e possiedi un telescopio, portalo per divertirti con noi.

 

Potrai inoltre visitare i seguenti laboratori dello IAPS (su prenotazione):

  • Laboratorio di Alte Energie:
    In questo laboratorio verranno presentati il modello ingegneristico e la strumentazione di test del satellite AGILE, la prima piccola missione spaziale scientifica dell’ASI, lanciata il 23/4/2007, che sta realizzando la mappa completa del cielo nella radiazione gamma, la radiazione-spia dei fenomeni più violenti che hanno luogo nell’Universo. Viene inoltre mostrato uno dei progetti più avanzati per misurare la polarizzazione della radiazione X. Nella visita verrà proposta una conferenza introduttiva sul cielo alle alte energie e sul perchè è necessario fare osservazioni astrofisiche a varie lunghezze d’onda.
  • Laboratorio della Camera a Plasma:
    In questo laboratorio vengono mostrate finalità e funzionamento della grande Camera a Plasma dello IAPS: un grande cilindro (1.7 metri di diametro per 4.5 di lunghezza) all’interno del quale è possibile verificare il funzionamento, la conformità alle specifiche di progetto e la compatibilità con il plasma ionosferico degli strumenti scientifici progettati per operare a bordo di satelliti ed esposti all’ambiente esterno. Nella visita è prevista una introduzione sul plasma e sulla fisica del mezzo interplanetario.
  • Laboratorio C-Lab:
    I visitatori potranno vedere il modello di sviluppo dello strumento Ma_MISS e lo spettrometro a immagine SPIM. Le attività di laboratorio effettuate con questi due strumenti sono a supporto delle missioni ESA/ExoMars2020 e NASA/Dawn. Ma_MISS (MArs Multispectral Imager for Subsurface Studies) è lo spettrometro a immagine per lo studio del sottosuolo di Marte situato all’interno del trapano presente sul Rover della missione ExoMars2020. SPIM(SPectral IMaging) è uno spettrometro a immagine utilizzato per attività di laboratorio in supporto alla missione DAWN, che ha come oggetto di studio gli asteroidi Vesta e Cerere. nella viosita verrà inoltre proposto un percorso sulla spettroscopia, per capire come la luce viene utilizzata per studiare i pianeti. Sono previsti esperimenti con l’uso di uno spettrometro su campioni di diverso materiale.
  • Laboratorio di Bepi-Colombo:
    In questo laboratorio mostreremo cosa ci aspettiamo di vedere a Mercurio con lo strumento SERENA/ELENA, a bordo della missione ESA/JAXA BepiColombo (lancio previsto nel 2018), che metterà due satelliti in orbita intorno al pianeta. Vi faremo vedere lo strumento e come funziona, mostrandovi cosa significa “osservare con gli atomi” i fenomeni causati dell’interazione con il Sole, altrimenti invisibili ai nostri occhi.

Per maggiori informazioni sulle attività e per prenotare, visita:

www.nottedellascienza.it


www.scienzainsieme.it

 


L’IAPS partecipa dal 2007 alla Settimana della Ricerca/Notte dei Ricercatori (European Researchers’ Night), un progetto finanziato dalla Commissione Europea, in collaborazione con tutti gli Enti di Ricerca della zona.
Per un archivio delle edizioni precedenti in INAF-IAPS, segui questo Link.